Home cosa farò cosa faccio cosa ho fatto cookies e privacy
Foto di Giordano Bianchi per BorderStudio
Home
cosa farò
cosa faccio
cosa ho fatto
cookies e privacy
 Perchè la vita è una sola ed ormai abbiamo capito tutti che bisogna volersi bene; perchè la mia vita è la mia professione: ho avuto la fortuna di poter fare della danza la mia gioventù, della salute del corpo il mio presente e del tuo benessere il mio futuro!
Per molti anni ho ricercato la perfezione tecnica, l'armonia di ogni singolo gesto nel mio essere danzatore, senza qualcuno che mi aiutasse a capire dove origina un movimento, incurante delle lesioni che potevo procurarmi...
Perchè come maestro voglio evitare che questo possa accadere ai miei allievi; perchè ho studiato, e continuo a farlo, per proporti il meglio nel campo della postura, del pilates, del wellness e della danza; perchè le nostre vite sono sempre più lunghe e dobbiamo mantenere la nostra macchina/corpo al massimo delle prestazioni....perchè posso aiutarti a fare tutto questo!
Postura errata
 

Danzerò fino all'ultimo spasimo
Rudolph Nureyev

Cosa è successo? Perchè la danza da espressione di felicità, da momento di seduzione, di contatto con il divino, si è trasformata nella più lontana, nella meno amata delle arti? A cosa si deve questo allontanamento dall'uomo? Eccessivo accademismo?

Cerco questa risposta da tempo....ho trovato solo una risposta parziale. So invece che chi si avvicina alla danza e ne viene rapito, senza danza non può più vivere. E' una droga pericolosa, una ricerca costante di emozioni, di nuovo, di sublime.

Avevo 8 anni quando ho sentito il desiderio di conoscere nuovi movimenti con i quali dimenare il mio corpo e da allora, per strada e tecniche e conoscenze sempre diverse, non mi sono più fermato!

Corrado in I arabesque 1988

Ovviamente anche il mio ruolo di didatta cambia costantemente: ho trasmesso inizialmente quanto ho imparato all'Accademia Nazionale di Danza, poi quello che mi veniva regalato dai Maestri con cui studiavo come danzatore, poi dall'esperienza maturata in palcoscenico, poi il Pilates, la posturologia, ecc.

Il cammino di chi ama insegnare non si ferma mai e non deve! Anche nel campo dell'arte e dello sport - la danza è sempre in equilibrio tra i due - la ricerca e l'evoluzione non si arresta mai: compito di chi insegna e offrire le nozioni più aggiornate e gli strumenti più utili a chi questo chiede alla sua esperienza. Troppi insegnanti si accontentano di studiare ad un'unica fonte, magari una piccola scuola, e di ripetere quanto appreso, senza preoccuparsi del necessario aggiornamento...è come vendere lo stesso prodotto per anni: noia, mancanza di stimoli, aridità...la danza, i nostri allievi meritano prima di tutto amore!


Site Map